Come si monta un Deviatore Matix con rilevatore di movimento. Tutorial e spiegazione del funzionamento

Come si monta un Deviatore Matix con rilevatore di movimento ?

 

Da poco questo articolo è stato messo a Catalogo da Bticino, ma seppur da poco tempo, è gia’ uno dei prodotti più venduti della serie Matix. Difatti , ha una serie di vantaggi che adesso scopriremo ad un prezzo decisamente contenuto. Difatti il deviatore Matix con sensore di movimento incorporato costa solo 13,90 ( ad oggi) sul nostro store di materiale elettrico .

PRINCIPALI CARATTERISTICHE

Questo articolo funziona come un normalissimo deviatore e cioè ci consente di accendere una luce da due punti differenti. Oltra alla sua classicafunzione di deviatore, al suo interno ha un sensore di movimento.
Quest’ultimo , qualora non rilevi alcuna presenza nella stanza per un periodo di 10 minuti, provvede da solo a spegnere la luce. Questo ovviamente ti consente un risparmio energetico considerevole , considerando quante volte dimentichiamo la luce accesa.
Può essere tranquillamente sostituito ad un normale deviatore ed eventualmente funziona anche accoppiato con un classico deviatore. L’unica differenza e’ che invece di un solo posto ne occupa due.
Inoltre , una volta che ha spento la luce( dopo i dieci minuti), se dovesse rilevare una nuova presenza non la riaccende. Difatti va sempre e comunque riattivato a mano.
Resta inteso che funzionando come un normale deviatore, puoi tu meccanicamente accendere o spegnere la luce dal deviatore stesso.

COME SI MONTA UN DEVIATORE MATIX AM5003ES

Il montaggio e’ davvero molto semplice .

Come qualsiasi altro deviatore ha tre morsetti . Uno per la fase e gli altri due che alloggiano i cavi che vanno all’altro deviatore.

Come si monta un Deviatore Matix con rilevatore di movimento incorporato .
Retro del Deviatore Matix AM5003ES con sensore Incorporato

Nel caso in cui tu abbia già un deviatore montato e voglia solo sostituirlo procedi come segue:

Schema di collegamento deviatore Matix
Questo e’ lo schema di collegamento del deviatore Matix con sensore di movimento
  1. Stacca i fili dal retro del vecchio deviatore facendo attenzione a quello che e’ montato sul morsetto L
  2. Riattacca i cavi dietro il nuovo deviatore facendo sempre attenzione di mettere il cavo che era nel morsetto L , nel morsetto L del nuovo deviatore. Gli altri due cavi puoi metterli come capita.

Nel caso invece tu debba fare una nuova installazione invece puoi seguire questo schema che adesso ti spiego.

Come puoi vedere dallo schema di collegamento, innanzi tutto bisogna portare due cavi dai morsetti 1 e 2 del primo deviatore , ai morsetti 1 e 2 del secondo. Il neutro , va direttamente sulla lampada mentre la fase va sul morsetto L di uno dei due deviatori. Al morsetto L del secondo deviatore andrà attaccato un cavo che poi andra’ al secondo morsetto della lampada.

 

CONCLUSIONI

Spero di averti spiegato bene come si monta un Deviatore Matix AM5003ES con rilevatore di movimento e come hai visto non e’ impresa impossibile e la sua sostituzione ( con quello vecchio) potrà farti risparmiare un bel pò.

Inoltre sappi che il deviatore con rilevatore di movimento esiste per tutte le serie Civili Bticino e puoi trovarli tutti a questo link:

Deviatore con sensore Bticino per tutte le serie civili

Se hai altri dubbi o domande in merito come al solito puoi scrivere all’indirizzo di posta elettronica info@emmebistore.com

Se vuoi scoprire altri tutorial o altri video puoi vistare la sezione Tutorial con video del nostro blog

 

Lo scaricatore di sovratensione : prezzo e collegamento

Scaricatore di sovratensione prezzo e collegamento a cura di Emmebistore materiale elettrico online

A cosa serve uno scaricatore di sovratensione ( anche SPD) , quanto costa e soprattutto quanti tipi ne esistono? Beh se stavi cercando un articolo che ti spiegasse tutte queste cose sei effettivamente nel posto giusto.
Lo scaricatore di sovratensione serve ad assorbire le sovratensioni che possono entrare nell’impianto elettrico e a scaricarle verso terra. Con l’avvento delle nuove tecnologie, oramai tutti gli apparecchi hanno una scheda elettronica all’interno. Per esempio il frigorifero, la Smart Tv o il climatizzatore. Le schede elettroniche sono componenti molto sensibili e spesso capita che piccole sovratensioni possano danneggiarle. Questo ci costringe spesso a dover sostituire l’apparecchio in questione. Gli scaricatori di sovratensione riducono al minimo il rischio di danneggiamento degli apparecchi che abbiamo in casa, se opportunamente montati. Questi ultimi possono essere di tipo 1 di tipo 2 e di tipo 3 scopriamone le differenze

 

Scaricatore di sovratensione di Tipo 1

Lo scaricatore di tipo 1 è molto adatto alle sovracorrenti provocate dalle fulminazioni. Di fatto vuol dire che sono particolarmente indicati per le zone colpite spesso da temporali e quindi scariche atmosferiche. Questo particolare tipo di scaricatore va montato subito sotto il contatore di casa. Lo scaricatore di Tipo 1  deve essere capace di scaricare a terra le correnti dei fulmini (che hanno una loro particolare forma d’onda ) per più di una volta e senza essere danneggiati. Possiamo trovarlo abbinato (Scaricatore combinato) a quello di tipo 2 e va montato direttamente nel centralino di casa.
Lo Scaricatore di tipo 1 è il più costoso e a seconda della marca può costare fino a 300 euro.

Lo scaricatore di sovratensione di tipo 1 e' indicato per le correnti indotte da scariche atmosferiche
Scaricatore  di Tipo 1
Lo scaricatore di sovratensione combinato , svolge sia la funzione dello scaricatore di tipo che di quello di tipo 2
Esempio di Scaricatore combinato (Tipo 1+2)

 

 

 

 

 

 

 

Scaricatore di sovratensione di tipo 2

Questo secondo tipo di scaricatore di sovratensione è particolarmente indicato per le sovratensioni indotte dalle manovre sulla rete ENEL. Sarebbe consigliabile montare Lo scaricatore di sovratensione di Tipo 2 nel centralino di casa a valle dello scaricatore di Tipo 1 (che come abbiamo visto va montato subito sotto il contatore), a patto che tra i due vi siano almeno 5 metri di distanza.

Lo scaricatore di sovratensione di tipo 2 e' particolarmente indicato per le sovracorrenti provocate dall'enel
Scaricatore di sovratensione di tipo 2

Lo scaricatore di tipo 2 di solito è composto da un varistore e da uno spinterometro e va montato a monte del differenziale. Nel caso in cui venisse montato a valle del differenziale, quest’ultimo dovrebbe essere selettivo. Lo scaricatore di Tipo 2 in caso di rottura è progettato in modo che la finestrella del varistore da verde diventi rossa per farti capire che lo scaricatore di sovratensione è rotto e va sostituito.
Il prezzo dello scaricatore di tipo 2 si aggira intorno ai 50-70 euro, per un prodotto ovviamente di qualità.

Scaricatore di sovratensione di Tipo 3

Lo scaricatore di Tipo 3 è quello che va a valle dei primi due e va di solito installato direttamente dietro la presa dell’elettrodomestico per garantire una ulteriore terza protezione. Certo ti starai chiedendo: Ma se ho già i primi due devo necessariamente mettere il Terzo? Beh devi sapere che Gli scaricatori di sovratensione, per quando buoni di qualità, “tagliano” le sovratensioni e non le eliminano del tutto. Quindi se una sovratensione passa dallo scaricatore di tipo 1, non viene azzerata. Anzi, una sovratensione quando cammina nei cavi raddoppia ogni due metri e sarebbe quindi sempre bene avere una tripla protezione.

Lo scaricatore di sovratensione di tipo 3 va installato proprio dietro gli apparecchi di casa
Scaricatore di sovratensione di tipo 3

Lo scaricatore di tipo 3 della Finder come questo in questione, ha al suo interno un cicalino che ne segnala l’eventuale guasto. Lo scaricatore di tipo 3 costa all’incirca 20-25 euro.

 

 

 

Schema di collegamento dello scaricatore di sovratensione

Tipo 1, Tipo 2 e scaricatore di sovratensione combinato.

Come puoi vedere in questo semplice schema il collegamento è davvero molto semplice. Infatti la fase e il neutro vanno messi nei morsetti L e N per poi continuare nell’impianto (di solito si ponticellano sul differenziale nel caso dello scaricatore di tipo 2).Schema di collegamento scaricatore di sovratensione La messa a terra va collegata invece nel morsetto che sta nella parte inferiore dell’apparecchio e dal quale partire’ il cavo di terra che andrà a collegarsi al nodo equipotenziale che hai in casa

Quando collegato lo scaricatore di sovratensione di Tipo 2 elimina le sovracorrenti provocate dalla rete enel
Ecco lo scaricatore di Tipo 2 Collegato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Scaricatore di tipo 3

Questo è di certo il più semplice da installare. Difatti basterà inserire i cavi che vedi in figura, nei rispettivi morsetti della fase, del neutro e della messa a terra.

Collegamento dello scaricatore di tipo 3
Ecco come si presenta lo scaricatore di tipo 3 Collegato alla presa del nostro elettrodomestico
Come collegare uno scaricatore di tipo 3

 

E’ ovviamente consigliabile per installare appropriatamente lo scaricatore, che i cavi con i quali si effettua l’operazione siano ben dimensionati. Infine, invito sempre alla cautela quando si tratta di scegliere prodotti del genere, risparmiare pochi euro potrebbe farti andare in corto un frigo o una tv che ti è costata cara…Quindi prima di risparmiare su uno scaricatore di sovratensione pensaci bene. Come al solto, Se devi installare uno scaricatore di sovratensione, chiama il tuo installatore di fiducia perché’ “CON LA CORRENTE NON SI SCHERZA!”

Per scoprire altri articoli ed altri video Torna alla Home

 

 

Tubi a led T8 : Guida alla scelta e all’installazione

Vuoi sostituire i vecchi neon con I Tubi a led T8 ? Beh sei capitato bene . Infatti in questo articolo ti spiego come fare e quali sono le differenze tra un prodotto e un altro.

 

Ad ognuno di noi è capitato quel fastiodioso sfarfallare di quel vecchio neon nel garage o nello sgabuzzino . Quel neon che si accende e si spegne in continuazione e che dopo un po diventa insopportabile.
Oggi hai la possibilita’ di sostituire i vecchi neon con i Tubi a led e in maniera molto semplice e soprattutto senza l’aiuto di nessuno . Difatti i nuovi neon a led che trattiamo noi di Emmebistore , sono non solo concorrenziali come prezzo ma sono facilissimi da sostituire. A dispetto di quanto si pensa, i nuovi Tubi a led T8 fanno una luce maggiore o uguale ai vecchi neon . Questo  dipende ovviamente sempre da quello che compri  perchè questi , grazie alla speciale copertura che hanno sulla parte superiore, non disperdono la luce verso l’alto perdendola.

Wattaggi disponibili e tonalita’ di luce dei tubi a led T8

I nuovi Tubi a Led T8 li abbiamo per le tre misure piu’ utilizzate di lampade fluorescenti. Sono quindi disponibili per la sostituzione delle vecchie  18W – 36W e 58W rispettivamente da 60 cm 1,20mt e 1,50mt. I wattaggi corrispondenti , nell’ordine, sono 9 18 e 24w . Ti consentono un risparmio di energia considerevole avendo sempre e comunque la stessa quantita’ di luce emessa. Le tonalita’ di luce disponibili sono fondamentalmente tre e cioe’ 3000K( Luce calda) 4000K (Luce naturale) 6000K ( Luce fredda) . A scopo esemplificativo ecco una tabella che ho preparato. Qui si possono leggere le varie comparazioni con i lumen emessi e i wattaggi assorbiti dai neon a led.

 

 

Wattaggio lunghezza Tonalita’ di luce cosa sostituisce Lumen emessi
9 60 cm 3000K 18W 900
9 60 cm 4000K 18W 960
9 60 cm 6000K 18W 960
18 120 cm 3000K 36W 1900
18 120 cm 4000K 36W 2000
18 120 cm 6000K 36W 2000
24 150 cm 3000K 58W 2300
24 150 cm 4000K 58W 2400
24 150 cm 6000K 58W 2400

Se ti occorrono tutte le caratteristiche tecniche puoi vistare anche il sito Wiva nella sezione Tubi a led

 

Modalita’ di sostituzione dei tubi a led

 

Nel caso tu voglia sostituire una lampada al neon con reattore ferromagnetico come devi procedere? Come prima cosa ,togli la corrente elettrica e togli il vecchio tubo al neon. Questa operazione e’ semplice , basta infatti ruotare il neon di 90° in senso orario o antiorario. Una volta tolto il vecchio neon , togli anche il vecchio starter e inserisci lo starter in dotazione nella lampada. Infine non dovrai fare altro che inserire il nuovo tubo a led… e il gioco e’ fatto.

Ecco l'immagine del reattore ferromagnetico. Quando trovi questo reattore i tubi a led T8 vanno cablati come nella figura sottostante
Reattore Ferromagnetico
Schema di collegamento per Tubi a led T8 , per plafoniere con reattore ferromagnetico
Schema di Installazione con reattore ferromagnetico

 

Nel caso invece tu abbia una plafoniera nuova cioe’ non cablata, vale a dire senza reattore e starter o abbia una plafoniera con reattore elettronico, la procedura da seguire e’ un po’ diversa e bastera’ seguire lo schema che vedi nella figura qui sotto.

Schema di collegamento per Tubi a led T8 , per plafoniere senza rettore o non cablate e cioè senza reattore nè starter.
Schema di installazione senza reattore

 

I prezzi dei tubi Led T8

 

Rispetto a qualche anno fa quando i prezzi erano decisamente proibitivi , oggi sostituire dei neon fluorescenti con quelli a led o scegliere direttamente quelli a led non ha un costo esorbitante. Anzi la differenza con un tubo fluorescente si e’ assottigliata di parecchio.
Se ad esempio un tubo al neon costa un paio di euro uno a led da 60cm ne costa poco piu’ di 5 e sto parlando di materiale gia’ di buona qualita’. Ovviamente come per tutte le cose , sul mercato possiamo trovare prezzi e marche di tutti i tipi. Quelli che vi offriamo sono garantiti non solo da noi ma anche e soprattutto dalla casa costruttrice e per ben due anni.

Ma qual è la differenza allora?

La differenza sta nella resa della lampada . Per essere piu’ chiaro , una lampada economicissima assorbe 10w e rende 100 lumen. Una lampada buona assorbe sempre 10W ma rende almeno il doppio dei lumen ( l’esempio e’ puramente esplicativo) . Cosi’ come per la resa luminosa il prezzo puo’ variare anche per la resa cromatica. Difatti esistono tubi a LED prodotti da aziende Leader come Philips o Osram che hanno un’altissimo indice di resa cromatica ( cioe’ non alterano i colori ). Costano ovviamente parecchio in piu’ di quelli normali. Quelli cioè che hanno un indice di resa cromatica nella norma.

Se questo articolo ti è piaciuto potrebbe interessarti anche quello sulle caratteristiche delle lampade a led

 

 

Se hai altri dubbi o domande sui Neon a Led T8 puoi scriverci all’indirizzo di posta elettronica Info@emmebistore.com o chiamrci al nuemro 0899952050